La mia Salade Niçoise per il Club del 27

0 0

Condividi sul tuo Social Network:

Oppure copia e incolla questo url

Ingredienti

1 cespo di Lattuga Romana Lattuga Romana un cespo grande oppure due piccoli
1 Cipolla di Tropea I.G.P. Cipolla di Tropea I.G.P.
250 grammi di Ventresca di Tonno Ventresca di Tonno
1 cucchiaino di Capperi sott'aceto Capperi sott'aceto la ricetta prevedere capperi sotto sale ma io li ho preferiti sott'aceto
15 Pomodori Ciliegino Pomodori Ciliegino
4 Acciughe sott'olio Acciughe sott'olio la ricetta prevede acciughe sotto sale ma faccio difficoltà a mangiarle sott'olio, sotto sale per me sono escluse.
4 Uova Uova sode
4 fette di Pane Pane casereccio
Sale Sale
Olio Evo Olio Evo
Per la Vinaigrette
3 cucchiai di Senape Senape
3 cucchiai di Aceto di Vino Rosso Aceto di Vino Rosso
7 cucchiai di Olio Evo Olio Evo
Informazioni:
  • Conservare in Frigorifero
  • Preparazione a Crudo
  • Speziato

Niçoise senza uovo, Niçoise senza senape, Niçoise senza pomodoro, Niçoise senza acciughe. (tratto da Julie & Julia) per presentare la vera Niçoise per il Club del 27

  • 25/30 minuti
  • Persone 2
  • Facile

Introduzione alla Ricetta

E' proprio vero, il cane mozzica sempre lo stracciato, come dicono a Napoli. Da quando è iniziato il Calendario del Cibo Italiano ho decisamente trascurato il mio piccolo blog colorato con 4 utenti fissi, e le ultime volte che ci ho scritto, questa esclusa, mi sono anche beccata un virus, prima, che ha aperto le porte ad un hackeraggio, poi. Capito? Mica hanno hackerato il sito della Banca d'Italia? No! Hanno hackerato il blogghino mio. 

Come ho preso il virus? Pare, attraverso quei pezzi di video con cui sono sempre stata solita corredare i miei tragicomici post. Volevo metterne uno anche in questo post sull'Insalata Niçoise per il Club del 27 di questo mese, che ho scelto di preparare proprio perchè sapevo esattamente a che video collegarla, ma sarò buona, verso il blog prima, verso le mie tasche poi, e soprattutto per non essere il vostro untore passandovi codici java pericolosi nell'aprirlo.

E così vi tocca sorbirvi la solfa.

Quando preparavo il file con le ricette, ricopiandole fedelmente dal Libro Insalata da Tiffany dell'Mtchallenge, sono stata attratta dalla insalata Niçoise, che nel libro aveva la firma di Gaia Pedrolli. Non tanto perchè io non ami le acciughe o veneri l'uovo sodo, ma perchè ho pensato immediatamente alla scena del film Julie & Julia, in cui Julie Powell si riunisce con le amiche tutte con una occupazione brillante e occupate a gestire al telefono decine di assistenti e svariate centinaia di milioni di dollari, in un ristorante per la pausa pranzo, e tutte ordinano una Niçoise senza "qualcosa". Niçoise senza uovo, Niçoise senza senape, Niçoise senza pomodoro, Niçoise senza acciughe. E lei, la Powell, l'unica con un impiego modesto, era anche l'unica a considerare una "eresia" privare quella insalata di uno degli elementi caratterizzanti.

Ecco la Niçoise senza acciughe sarebbe stata forse la mia scelta, fossi stata seduta a tavola con loro. 

Ma adesso ecco la mia Niçoise per il Club del 27 di questo mese legato alla sfida n.66 sui rolls, e legato al Tema del Mese sulle Insalate della sfida numero 31. La Ricetta e gli ingredienti sono ricopiati fedelmente dalla ricetta originale di gaia Pedrolli dal Libro Insalate da Tiffany dell'MtChallenge, Sagep Editore. Il logo è a cura di Mai Esteve in esclusiva per il Club del 27.

Condividi:

Procedimento Step by Step

1
Fatto

Per la Vinaigrette

Versare senape ed aceto in una ciotola piccola, aggiungere l’olio a filo, mescolando energicamente fino a che la salsa risulti “montata”. Se preferite una modalità più veloce, inserite tutti gli ingredienti per la vinaigrette in un barattolo, chiudete ermeticamente, e sbattete con energia fino a che non si sarà formata l’emulsione.

2
Fatto

Per l'Insalata

Mondate la lattuga, lavatela accuratamente ed asciugatela.
Mondate la cipolla e tagliatela ad anelli molto sottili.
Lavate i pomodorini, asciugateli e tagliateli a metà.
Scolate la ventresca di tonno dall’olio di conservazione.
Tagliate le fette di pane casereccio in cubetti di dimensione di 1 0 2 cm, e fateli dorare in forno sotto il grill per qualche minuto (o in un padellino antiaderente).
Sgusciate le uova sode (cottura 10 minuti dal bollore), e tagliatele a spicchi quanto più regolari possibile.

3
Fatto

Composizione

Sul fondo del piatto disponete prima le foglie di lattuga più belle come base, ed intere, altre foglie di lattuga spezzettate grossolanamente a mano, i pomodorini, il tonno sfaldato, le acciughe, i capperi, le uova, gli anelli di cipolla.
Condire con la vinaigrette e aggiungere per ultimi i crostini di pane.

4
Fatto

Note dell'autrice

Per rendere digeribile la cipolla, tenere a bagno gli anelli in acqua e aceto per circa 1 ora e 30 minuti, prima di usarli.
E’ sempre meglio usare acciughe sotto sale piuttosto che quelle sott’olio, per il fatto che spesso l’olio di conservazione non è di qualità. Nulla vi vieta di usare però quelle sott’olio.

Valentina

Valentina

Sono una grande amante e conoscitrice di spezie che utilizzo abitualmente in cucina e che amo proporre e far conoscere ai miei corsisti. Amo la cucina etnica e aggiungere sapori insoliti ai piatti della tradizione. Sono una compratrice compulsiva di "caccavelle" e props per le fotografie food (oltre che di credenze per contenerle tutte) e colleziono libri di cucina di cui sono gelosissima.

precedente
Polpette di Melanzane

17 Comments Hide Comments

Per me sfortunatamente niçoise senza uovo… proprio non lo riesco a mangiare, ma tutto il resto che c’è in questa insalata l’adoro!! Un bacione e buon we

E finalmente il tuo blogghino colorato con 4 utenti fissi torna a vivere e speriamo che i virus stiano fuori dalla porta per un bel po’.
Io mi sono fissata subito con i gamberi però anche questa s’ha da fare. L’estate è lunga e le proposte sono tante e tutte invitanti. Che dire della foto, sei sempre fantastica.
Ti abbraccio forte e resta qui.

Ahhh quel film. E che rabbia le donne ad alto mantenimento (io sono una di quelle, maledettame). In ogni caso la Nicoise l’ho scoperta come al solito facendo il lavoro che faccio, ordinandola in una brasserie di Nimes un milione di anni fa. Pensavo che fosse una semplice insalata e invece, apoteosi. Amore al primo assaggio. E la tua, acciughe incluse, è davvero meravigliosa.
Un bacio patata!

mi hai ricordato la scena, troppo forte! Sempre buonissima questa insalata, anzi mi sono ricordata di non averla nel blog e quindi l’ho subito postata!! un bacione!

Inserisci il tuo Commento

*