Sfogliatine alle Prugne
per il calendario del cibo italiano - aifb

0 0

Condividi sul tuo Social Network:

Oppure copia e incolla questo url

Ingredienti

250 grammi di Farina tipo 00 Farina tipo 00
250 grammi di Ricotta Vaccina Ricotta Vaccina
200 grammi di Burro Burro
2 grammi di Sale Sale
2 cucchiai di Miele Miele da far colare
4 Prugne fresche tonde rosse Prugne fresche tonde rosse
qualche rametto di Rosmarino Rosmarino
qb Zucchero di Canna chiaro Zucchero di Canna chiaro
Informazioni:
  • Conservare in Frigorifero
  • Cottura in Forno
  • Sfoglia
  • Vegetariana

La strategia della finta sfoglia alla ricotta di Raffaele Pignataro, per servire lo stupore in tavola con delle semplicissime prugne!

  • 1 ora e 30 minuti
  • Persone 4
  • Facile

Introduzione alla Ricetta

… E alla fine Raffaele Pignataro, il maestro, quello delle pizze fritte, del blog Il Crudo e il Cotto, c'entra sempre. Forse un giorno quelle sciaquette che, credendo di farmi danno, rassomigliavano le mie ricette a quelle di GZ, diranno che "copio" Raffaele, senza sapere che è un caro amico e che scambiarsi le ricette tra noi che sappiamo fare, è solo un onore e fa parte di quella che si chiama collaborazione, a loro sconosciuta, troppo impegnate a farsi le scarpe le une con le altre.

Dicevo che Raf c'entra anche stavolta perchè l'idea di preparare queste sfogliatine mi è venuta rifacendo per l'ennesima volta quella che io trovo sia una "magia" scoperta grazie a lui: la finta pasta sfoglia, quella che ha la ricotta all'interno e che costituisce una base neutra sia per preparazioni dolci che salate.

Preparare la pasta sfoglia richiede tempo, fatica, sapienza e mezzi a disposizione (tipo braccia forti che con il tunnel carpale io non ho), ma soprattutto predisposizione mentale perchè ci vuole del tempo, taaaaanto tempo.

La finta sfoglia con la ricotta si fa in pochissimi minuti, assomiglia a quella del supermercato, pertanto, come lui spesso consiglia, preparatene dose triplicata, e congelatela.

Ho utilizzato questa sfoglia così pratica (voi potete usare quella del supermercato, tanto è uguale) per preparare delle sfogliatine con le prugne raccolte alla casa di campagna di Tarquinia, gli alberi ne erano carichi, e ne ho fatto incetta! E ho preparato la ricetta per il blog perchè oggi il Calendario del Cibo Italiano Aifb celebra la GN delle Prugne, di cui è ambasciatrice Camilla Assandri del blog La Cascata dei Sapori, che ha scritto anche un articolo di traino, che vi invito a leggere insieme a quello di Aifb.

La preparazione delle sfogliatine è molto semplice, le preparo spesso anche con le pesche noci, le nettarine per intenderci, ma essendo queste ultime molto più dolci rispetto alle prugne che pur se mature conservano una percentuale asprigna, mi permettono di utilizzare una marmellata anzichè il miele che invece ho usato in questo caso. Amo aggiungere il rosmarino alla frutta, insieme allo zucchero di canna che lo cristallizza. Insomma, sono sfogliatine semplici ma particolari nello stesso tempo, che costituiscono una velocissima alternativa ad una merenda confezionata.

Condividi:

Procedimento Step by Step

1
Fatto

La finta pasta sfoglia (ricetta tratta da Il Crudo e il Cotto)

Tagliate il burro a pezzi non troppo piccoli. Il burro dovrà essere “morbido” ma non troppo. Scolate molto bene la ricotta da eventuale liquido. Se state realizzando la sfoglia “dolce” mischiatela molto bene con 40 grammi di zucchero e NON aggiungente il sale. Se invece state realizzando quella neutra, aggiungete il sale (ovviamente niente zucchero).

2
Fatto

Unire in una ciotola il burro, la ricotta e la farina setacciata e impastate brevemente per mischiare bene tutti gli ingredienti. Non è necessario che il burro si “sciolga” perfettamente anzi, più pezzi vi rimarranno, meglio sarà. Dovrà venire fuori non un impasto formato ma una palla appiccicosa e grumosa.

3
Fatto

Stendente sul vostro tavolo un foglio di pellicola, appoggiateci l’impasto, richiudetelo come un rettangolo con altra pellicola e schiacciatelo fino ad appiattirlo a circa 2 centimetri.

Mettete in frigo per 30 minuti, tirate fuori l’impasto, e aiutandovi con un po' di farina stendetelo e date giusto un giro di pieghe a tre.

Stendete nuovamente. Se i pezzi di burro sono ancora troppo visibili date ancora un giro di pieghe, altrimenti siete pronti per usarla.

4
Fatto

FARCITURA

Stendete allo spessore desiderato , di solito 4 mm è lo spessore giusto, ritagliando dei rettangoli, spalmate al centro un piccolo strato di miele usando un pennello in silicone alimentare, sistemarci sopra le fette di prugne, cospargendole di zucchero di canna, aghi di rosmarino fresco non trattato e facendoci colare sopra con l'attrezzino "fattoapposta" ancora qualche filo di miele.

Cuocere in forno preriscaldato a 230°C in modalità statica per circa 20-30 minuti o comunque fino a doratura.

5
Fatto

N.B. Per evitare la fastidiosa fuoriuscita di acqua dalle fette di prugna, vi consiglio di spadellarle prima in una padella antiaderente, così che si "asciughino".

Valentina

Valentina

Sono una grande amante e conoscitrice di spezie che utilizzo abitualmente in cucina e che amo proporre e far conoscere ai miei corsisti. Amo la cucina etnica e aggiungere sapori insoliti ai piatti della tradizione. Sono una compratrice compulsiva di "caccavelle" e props per le fotografie food (oltre che di credenze per contenerle tutte) e colleziono libri di cucina di cui sono gelosissima.

precedente
Frisella con Insalata di Pomodori e Ventresca di Tonno
successiva
Tonnarelli Cacio e Pepe

4 Comments Hide Comments

Già mi erano piaciute le foto, leggere adesso la ricetta me le fa piacere ancora di più. Kd preparo con le nettarine perché trovare prugne buone non è facile, bella ricetta e foto stupende, ciao cara

Grazie di cuore. Anche io di solito le faccio con le nettarine sempre con rosmarino come profumazione. Ma avevo prugne buonissime ed infatti come dici tu e’ difficile trovarle… e ne ho approfittato!

sempre puntuali e precise le tue indicazioni Valentina, e qui per un dolce golosissimo, profumato da fare e rifare finché è stagione. Con le nettarine lo faccio spesso, proverò anche con le prugne, per cui grazie. E non ti curare di certe povere anime, non ne vale la pena. Un bacio. Giuli

Daiiiii, mi avevi piacevolmente sorpresa con le fotografie alcune settimane fa, ma con la finta sfoglia questa ricetta rientra nella top 10 di quelle da provare a brevissimo!
Grazie per aver contribuito alla mia giornata.
Ti aspetto da me per scoprire i tanti consigli su come coltivare e prendersi cura di un prugno.

Inserisci il tuo Commento

*